Filmedvd

Scheda del film

Il bacio dell'assassino
Titolo originale: Killer's Kiss
Genere: Noir
Nazione: U.S.A.
Anno di produzione: 1955
Data di uscita al cinema: n.d.
Durata: 67 Minuti
Regia:
Interpreti:, , ,
Premi: n.d
3.80/ 5

Voto Staff Filmedvd

Film considerato Da vedere
sulla base di 3 voti
1302░ su 3768 in assoluto
27░ su 41 nel genere Noir
110░ su 136 nella decade 1950's
4.04/ 5

Voto utenti Filmedvd

Film considerato Da vedere
sulla base di 23 voti
Hai visto il film? Esprimi il tuo giudizio
Illumina il numero di pizze che vuoi dare al film e cliccaci sopra.
Versione Dvd del film
Disponibilità
immediata
Il nostro prezzo :
9.99 €
Acquista

Trama e recensione del film Il bacio dell'assassino

Davy Gordon, pugile sul viale del tramonto, vive nel suo squallido appartamento la cui finestra dà sulla camera di Gloria, ballerina sola al mondo che lavora per il repellente Vincent Rapallo, innamorato di lei quanto geloso e possessivo. Quando Vincent cerca di violentare Gloria, Davy interviene salvandola e legando così i loro destini. I due decidono di andare a Seattle insieme, ma Vincent e i suoi due scagnozzi rapiscono Gloria: Davy si mette sulle sue tracce e si scontra così con i tre oscuri figuri.

Il bacio dell'assassinoIl secondo lungometraggio di Stanley Kubrick, “Il bacio dell’assassino”, rivela come il regista muova i primi passi cinematografici a partire della propria esperienza di fotoreporter, attribuendo molta importanza alla scelta delle inquadrature a all’attenzione per le luci. Il risultato è un noir breve e folgorante, costruito come un unico flashback dal ritmo incalzante che esplode nell’inseguimento finale sui tetti newyorkesi. Se l’esito è avvincente, i mezzi utilizzati sono ridicoli: venti giorni di riprese spesso furtive e senza permessi, 75.000 dollari (di cui 35.000 per il sonoro post-sincronizzato), una troupe molto esigua, un cast non eccelso (il protagonista Frank Silvera era già apparso in “Paura e desiderio”), un continuo ingegno per aggirare gli ostacoli e i limiti di produzione.

Il talento visivo e visionario di Kubrick inizia qui a emergere con sicurezza: inquadrature ostentatamente simmetriche, squarci onirici, angolature deformanti, posizionamento delle luci e della camera meticolosamente studiato, lunghi piani sequenza che si avvicendano a montaggi serrati. Anche la ricerca di un controllo totale appare già evidente: Stanley firma regia, montaggio, fotografia, soggetto originale, sceneggiatura e produzione, pagando qualche debito all’espressionismo e rifacendosi in parte ad Alfred Hitchcock (“Ricatto” e “Il club dei 39”), ma rivelando già un’eccezionale personalità artistica. Per la resa del mondo del pugilato (bellissima la scena dell’incontro di boxe) attinge alle sue precedenti esperienze di “Day of the fight” (documentario sul pugile Walter Cartier, che ha molte affinità con il personaggio di questa pellicola) e “Prizefighter” (reportage fotografico del 1949).

Se l’apparato registico e la “confezione” sono già di altissimo livello, non si può dire lo stesso della struttura narrativa, piuttosto elementare e poco innovativa, per quanto capace di coinvolgere soprattutto nella parte finale, quando Davy e Vincent, burattini nelle mani della società, si scontrano a colpi di manichini, in una lotta tutt’altro che eroica. Le coreografie sono della seconda moglie di Kubrick, Ruth Sobotka, che appare nella parte di Iris, la sorella maggiore di Gloria. Il ventottenne Kubrick è già qualcosa di più di un giovane promettente.


Voto dell'autore 4/5
, consultata 4403 volte
Leggi i commenti sul film Leggi i commenti sul film | lascia il tuo commento Lascia il tuo commento

Risorse correlate

Legenda: Recensione musicata Recensione musicata - Disponibile trailer Trailer

Commenti

comments powered by Disqus

Navigazione nell'archivio

© 2014 FILMEDVD.IT
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
JoomSEF SEO by Artio.