Filmedvd

Scheda del film

C'era una volta il west
Genere: Western
Nazione: Italia
Anno di produzione: 1968
Data di uscita al cinema: n.d.
Durata: 167 Minuti
Regia:
Interpreti:, , ,
Premi: n.d
4.30/ 5

Voto Staff Filmedvd

Film considerato Da vedere
sulla base di 5 voti
289° su 3947 in assoluto
su 40 nel genere Western
52° su 193 nella decade 1960's
3.99/ 5

Voto utenti Filmedvd

Film considerato Da vedere
sulla base di 85 voti
Hai visto il film? Esprimi il tuo giudizio
Illumina il numero di pizze che vuoi dare al film e cliccaci sopra.
Versione Dvd del film
Disponibilità
immediata
Il nostro prezzo :
15.99 €
Acquista

Trama e recensione del film C'era una volta il west

La frontiera con l’ovest si sta spostando; la ferrovia sta per collegare l’Atlantico al Pacifico, cancellando ciò che rimane del vecchio Far West. Intorno ai binari che avanzano, s’incrociano le strade di cinque personaggi: Frank, Armonica e Cheyenne li conosciamo, sono gli ultimi eredi di un mondo che va scomparendo; Morton, uomo d’affari, è il progresso; tutti quanti si muovono intorno a Jill, proprietaria di un terreno che vale milioni di dollari.

C'era una volta il westDopo una trilogia come quella detta “del dollaro”, che ha rivoluzionato il proprio genere, Sergio Leone, con “C’era una volta il west”, fa il grande salto, girando per la prima volta un western lì dove questo particolare cinema è nato e cresciuto, e cioè nell'America dell’ovest, approdando nella mitica Monument Valley. Contando su un budget importante ed un cast internazionale, il regista sceglie di narrare gli ultimi sprazzi dell’epopea del west, ambientando le vicende nell’epoca in cui l’avvento del progresso e della tecnologia, qui rappresentato dalla ferrovia, spazzava via il mito della frontiera.

Il risultato è un film di grande impatto, all’altezza delle precedenti pellicole firmate da Leone, seppur non priva di qualche difetto. Basata su un soggetto ideato dal regista insieme a Dario Argento e Bernardo Bertolucci, quest’opera ripropone quasi tutti gli elementi che hanno reso celebre la precedente trilogia del dollaro: dalla storia, in cui quasi tutti i personaggi, comprese le loro vicende personali, richiamano a qualche illustre predecessore, alla narrazione, fatta di piani strettissimi ed un calibrato montaggio, e dove la colonna sonora assume svariate volte un ruolo preponderante (ovviamente questa è composta da Ennio Morricone, ed altrettanto ovviamente è di eccellente fattura). C’è però più di una novità: ai classici pistoleri si aggiungono difatti personaggi che poco hanno a che fare con il west, come Jill (Claudia Cardinale), una prostituta di città che ha un ruolo da protagonista (la prima volta per una donna), e l’avido Morton, che non uccide con i proiettili ma con il denaro. Al tutto poi si somma un’aria di malinconico congedo, che culmina nella sequenza finale estremamente significativa, dove le lande desertiche dell’ovest vengono invase dai binari.

Lo spettacolo è ricchissimo di suggestive sequenze, come l’incipit, dove Leone costruisce con inimitabile maestria una crescente tensione basata sull’immobilità, o l’emozionante duello finale rivelatore, ed è animato da personaggi assai carismatici, come Armonica (un glaciale Charles Bronson) o Frank, a cui dà vita un grande Henry Fonda nell’inedito ruolo del cattivo della situazione. La regia però a volte, nel suo dilatare eccessivamente i tempi, rischia di stancare lo spettatore, e per di più tali lungaggini vengono pagate dallo script, che ricorre con troppa facilità a delle elissi, che rendono meno chiare le dinamiche in gioco. Pecche comunque che poco tolgono ad un imponente saluto ad un genere fatto da un grandissimo cineasta, un’altra lezione di cinema per i posteri.


Voto dell'autore 4.5/5
, consultata 10836 volte
Leggi i commenti sul film Leggi i commenti sul film | lascia il tuo commento Lascia il tuo commento

Risorse correlate

Commenti

comments powered by Disqus

Navigazione nell'archivio

© 2014 FILMEDVD.IT
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
JoomSEF SEO by Artio.